Autismo e psicopatologia

ISCRIZIONI CHIUSE
Workshop Online

Autismo e psicopatologia

Interventi sul DOC

160

    Le iscrizioni a questo corso sono chiuse.
    Ricevi aggiornamenti sul prossimo, direttamente nella tua casella mail.

    Il sito è protetto da reCAPTCHA e sono applicate la
    Privacy Policy e
    Termini di servizio di Google.

    18 Dicembre 2021Data di inizio
    2 giorniDurata
    ABA & Autismo Categoria

    Docenti

    Davide Carnevali

    Psicologo, Psicoterapeuta, AdC SIACSA - ABA Italia, BCBA, Ph.D

    Curriculum Vitae

    Panoramica

    I bambini con disturbo dello spettro autistico (ASD) sono segnalati per avere alti tassi di psicopatologia co-occorrenti. La comunità scientifica concorda da tempo sulla presenza di una vulnerabilità psicopatologica nelle persone con autismo significativamente superiore a quella riscontrata nella popolazione generale; tuttavia la portata di questa maggiore vulnerabilità è ancora da definirsi e oggetto di discussione. Si sa ancora poco infatti sui fattori di rischio che potrebbero contribuire all’insorgenza di psicopatologia nell’autismo e ancora non c'è un chiaro confine che delinea dove l'autismo finisce e altre condizioni di rilevanza clinica iniziano. Tra le persone con autismo, in modo particolare nell’autismo di livello I (ma non solo), e in modo più rilevante nella transizione verso l’adolescenza (ma non solo), la comorbidità psichiatrica rappresenta più la regola che non l’eccezione: i disturbi depressivi e i disturbi d’ansia hanno tassi di prevalenza attorno al 50%, l’ADHD attorno al 40%, il disturbo ossessivo-compulsivo attorno al 30%, i disturbi psicotici tra il 5 e il 15% (Bakken et al. 2010; Lai et al. 2019). Spesso queste situazioni vengono affrontate quasi esclusivamente ricorrendo solo a consulenze di natura farmacologica, con scarse evidenze di efficacia in modo particolare nell’impatto sulla qualità di vita della persona. Nel corso del webinar una trattazione specifica sarà dedicata allo spettro "Impulsivo-Compulsivo" (Skodol e Oldham, 1996) e alla forte inclinazione alla compulsività riscontrabile nell'autismo spesso difficile da diagnosticare, poichè tendenzialmente ricondotta alle modalità ristrette e ripetitive tipiche del profilo di funzionamento autistico. Esiste un problema di "occultamento diagnostico" che rende particolarmente sfidante il processo di diagnosi differenziale tra DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo) e autismo.
    Questi temi verranno affrontati e discussi nel corso del seminario esplorando le direzioni di ricerca più recenti, oltre a promettenti strategie di valutazione e di intervento derivanti dall’Analisi del Comportamento.

    Obiettivi

    Autismo e psicopatologia.
    Analisi dei fattori di vulnerabilità psicopatologica.
    Comportamenti problema e psicopatologia.
    Lo "shift" diagnostico dell’adolescente con autismo.
    Il ruolo delle emozioni e il contributo dell’Analisi del Comportamento.
    Stato dell’arte degli interventi in ambito comportamentale: verso la "Clinical Behavior Analysis" [CBA].
    Diagnosi differenziale: ritualità e compulsioni.
    Semiologia delle compulsioni nell’autismo.
    Modelli eziologici.
    Assessment del disturbo ossessivo compulsivo.
    Indicatori bio-comportamentali.
    Dalla disregolazione alla compulsione.
    Interventi per il trattamento dei DOC fondati su procedure ABA.

    Orari e luogo

    Questo Workshop si terrà online.

    Dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16.

    18Dicembre
    19Dicembre

    Strategie didattiche

    Il corso prevede una panoramica sul tema della psicopatologia nell’autismo a cui seguirà l’analisi dello stato attuale dell’arte in merito a strumenti di valutazione e interventi di natura abilitativa. Particolare attenzione verrà dedicata a presunti quadri "simil-DOC" clinicamente rilevanti nell'autismo che meritano di essere attenzionati in modo indipendente dal resto del quadro sintomatologico.
    Verranno prese in esame le informazioni maggiormente rilevanti ad oggi disponibili nella letteratura scientifica di riferimento e saranno descritti recenti trattamenti discendenti dall’Analisi del Comportamento che sembrano tracciare nuovi e promettenti scenari abilitativi.

    Iscrizione

    Il corso è a numero chiuso. In caso di iscrizioni in sovrannumero si terrà conto dell'ordine di iscrizione.

    Destinatari

    Il workshop si rivolge a professionisti che lavorano con bambini e ragazzi con disabilità: pediatri, neuropsichiatri, psicologi psicoterapeuti, psicomotricisti, tecnici della riabilitazione, educatori e figure assimilabili.

    Attestati

    Al termine del workshop sarà rilasciato un attestato di frequenza.

    Riduzioni

    Il costo di iscrizione ridotto ad € 144,00 + IVA è garantito a chiunque abbia svolto un Corso o Master IESCUM ed agli operatori dei centri del Network ABAxItalia.

    Modalità di svolgimento

    Il workshop si svolge online, in diretta, tramite piattaforma di videoconferenza Zoom.

    Organizzato da

    Domande su questo Workshop?

    Come funziona un Workshop online?

    La videoconferenza consente l'interazione del docente con i partecipanti in molti modi, dal dialogo audio-video alle domande scritte ai questionari in tempo reale. Agli iscritti verrà inviato un link che darà direttamente accesso alla stanza di videoconferenza nella quale si svolgerà il workshop. La stanza sarà attiva solo nei giorni e orari previsti per il workshop. Lo strumento di videoconferenza utilizzato è Zoom, la cui app è disponibile gratuitamente per ogni sistema operativo desktop (computer) e mobile (smartphone, tablet). È possibile effettuare l'installazione ed una prova di funzionamento, in qualsiasi momento, dalla pagina Zoom Test: https://zoom.us/test (cliccare sul pulsante "Join" e seguire le indicazioni).
    Ehi! Utilizziamo i cookies per offrirti una navigazione migliore. Tranquillo, rimangono tra di noi.